Sito Ufficiale
Home Page   |    Contatti
Photogallery
Video Gallery
Nessun video presente
Vuoi essere sempre aggiornato su news, eventi ed iniziative? Aderisci alla Newsletter.
Iscriviti ora

Primo Piano » Dettaglio

21/11/2012

PROVINCE, RIA: SI TORNI ALL’ASSETTO POST-COSTITUZIONE

Il parlamentare salentino annuncia la presentazione di un emendamento al decreto-legge 188/2012, al fine di ridurre il numero delle province senza alterarne l’identità.

ROMA, 21 NOV - “Le decisioni assunte dal Governo con il dl 188 in materia di province non devono interrompere il confronto sul nuovo assetto istituzionale che si sta delineando nel nostro Paese, anche perché su di esso si fonderà il futuro dei territori e delle autonomie locali. È in Parlamento, infatti, che dobbiamo lavorare ulteriormente per incidere sul provvedimento in sede di conversione, così da migliorarlo e superarne le contraddizioni ancora presenti”. Lo dichiara l’On. Lorenzo Ria, già Presidente della Provincia di Lecce e dell’Unione delle Province Italiane, intervenendo nel dibattito sulla conversione in legge del decreto “Province e Città Metropolitane”.

“Ho condiviso sin da subito i contenuti del decreto nella misura in cui ridefiniscono le funzioni delle Province, che vanno ben distinte da quelle dei Comuni al fine di evitare duplicazioni di competenze e confusione nei cittadini. Così come apprezzo che sia stato scelto un sistema elettorale di secondo livello, che consente l’elezione dei consigli provinciali da parte dei consiglieri comunali già eletti. D’altronde, l’elezione diretta si giustifica se ci sono dirette responsabilità dell’ente nei confronti dei cittadini, soprattutto dal punto di vista del prelievo delle risorse. Se invece la provincia assume funzioni esclusivamente programmatiche e di coordinamento, non è strettamente necessario che i suoi organi siano eletti direttamente dai cittadini, senza considerare il considerevole risparmio di risorse pubbliche derivante da questo nuovo assetto”.

“Peraltro questi interventi rispecchiano esattamente il mio orientamento di questi anni, espresso nelle mie proposte di legge e negli interventi in materia di Province. Ciò che continuo a non condividere, però, è la volontà di tagliare il numero delle province senza una precisa logica, al di fuori - cioè - di un disegno complessivo di riordino delle autonomie territoriali. Mi sarei aspettato che si decidesse quali province mantenere nell’ambito di un progetto più ampio, che comprendesse anche l’accorpamento di alcune Regioni e nuove norme in materia di unioni e fusioni tra Comuni. Ma soprattutto speravo che il numero di province fosse ancorato alla storica identità di questi enti e non solo al freddo criterio del numero degli abitanti”.

“Una soluzione al problema può rintracciarsi nel ritorno al sistema delle Province così come articolato subito dopo l’entrata in vigore della Costituzione. I maggiori problemi per le Province, infatti, sono nati negli ultimi vent’anni, a causa del proliferare di piccole province mai digerite dai cittadini. Se solo si sfoltissero le odierne 107 province, tornando alle storiche 92 che l’Italia riconosce da sempre, sarebbe già l’inizio di una buona e condivisa riforma delle nostre istituzioni. Già nel corso dell’incontro indetto da Consales a Brindisi ho espresso questo mio orientamento, condiviso anche dal Sen. Saccomanno. È mia intenzione, pertanto, presentare in Parlamento degli emendamenti al decreto 188 che vadano in questo senso, perché solo così potremo restituire al Paese un tessuto di istituzioni provinciali più efficace e più snello, evitando anche di alterare la storica identità dei nostri territori e di limitarne ulteriormente l’autonomia”.

venerdì 23
AGOSTO 2019
ORE 15.21
Agenda Appuntamenti AGO 2019
Vedi Altri »
Interventi AGO 2019
sabato 26 gennaio 2013
Sintesi del lavoro svolto in Parlamento e sul territorio dall'On. Lorenzo Ria durante la XVI Legislatura
mercoledì 28 novembre 2012
ENORMI BENEFICI DAL TRAMONTO DEI CAMPANILI
giovedì 13 settembre 2012
Domande poste al Ministro della Giustizia Prof. Avv. Paola Severino Di Benedetto
Vedi Altri »