Sito Ufficiale
Home Page   |    Contatti
Photogallery
Video Gallery
Nessun video presente
Vuoi essere sempre aggiornato su news, eventi ed iniziative? Aderisci alla Newsletter.
Iscriviti ora

Rassegna Stampa » Dettaglio

29/01/2010

Il Paese Nuovo - Intervista a Lorenzo Ria: ‘Adriana, l’unica che può battere Vendola’ (di Lucio Lussi)

La strategia dell’Udc è coerente: ‘Il centrodestra ha sbagliato a non credere in lei’.
“Con Adriana è stato costruito un progetto politico dalle scorse provinciali. E' una candidata popolare, crede nella possibilità di una vera riscossa del Mezzogiorno ed è una bravissima amministratrice. La base del partito è convinta”.

Così l’on. Lorenzo Ria, Udc, commenta la decisione del suo partito di sostenere la candidatura della sen. Poli Bortone alla presidenza della Regione. “Se il PDL voleva allargare la coalizione, doveva impegnarsi per trovare una sintesi sul nome migliore per tutti”.

On. Lorenzo Ria, è definitivo che L'UDC vada con la Poli e il PDL con Palese?

“Penso proprio di si. Le dichiarazioni dei vari contendenti sono chiare, e vanno tutte in tal senso”.

L'UDC pugliese è favorevole ad appoggiare la candidatura Poli?

“La base locale del partito deve accettare la linea politica nazionale, decisa dagli organi dirigenti”.

Quindi alleanze variabili su tutto il territorio nazionale.

“Si, è questa la linea dell'UDC. Stiamo dando forte risalto al territorio e alle candidature che possono essere vincenti”.

In Puglia, dal PD al PDL a IOSUD.

“Sappiamo bene come sono andate le cose. C'era un progetto con il centrosinistra, fallito perchè non è venuto fuori il nome di un candidato moderato e riformista. Adesso siamo convinti che Adriana Poli Bortone sia la candidata giusta”.

Crede davvero all'eventualità di un'elezione della Poli alla presidenza della Regione Puglia?

“In politica bisogna essere coerenti con un progetto e una linea decisionale. Non bisogna obbligatoriamente vincere”.

L'UDC è coerente?

“Si. Noi siamo coerenti con la nostra linea politica, che è quella delle alleanze variabili, con un occhio di riguardo al territorio”.

Qual è il progetto dell'UDC?

“L'UDC vuole destrutturare il quadro politico attuale, e in questo le elezioni regionali sono un passaggio fondamentale. Il nostro obiettivo è quello di essere determinanti per il governo dei territori e del paese”.

Si appoggia la Poli, ma è stata ascoltata la base del partito?

“Con Adriana è stato costruito un progetto politico dalle scorse provinciali. E' una candidata popolare, crede nella possibilità di una vera riscossa del sud ed è una bravissima amministratrice. La base del partito è convinta di queste argomentazioni”.

Come mai l'UDC ha rifiutato di appoggiare un terzo nome?

“Casini ha solo ribadito con forza la necessità di candidare la Poli, perchè è l'unica candidata vincente. Se il PDL voleva allargare la coalizione, doveva impegnarsi per trovare una sintesi sul nome migliore per tutti”.

Per quale motivo Palese aveva dichiarato di essere pronto a farsi da parte e la Poli no?

“Palese aveva deciso di accettare l'invito del suo leader. La Poli è più indipendente e da tempo sta cercando di costruire un progetto allargato di governo che coinvolga altre forze meridionaliste. La Poli non ha mollato perchè crede davvero nel suo progetto”.

Non crede che un centrodestra spaccato sia un regalo a Vendola?

“La questione non deve essere posta in questo modo. C'è stata un'evoluzione delle vicende che ci ha costretti ad abbandonare l'alleanza con il PD e a guardare altrove. Noi siamo convinti che la candidata giusta sia Adriana Poli Bortone. Il centrodestra si è spaccato perchè non tutti nel PDL hanno voluto ammettere a se stessi la possibilità di vincere solo con lei. Nonostante questo, l'ex sindaco di Lecce è pronta a combattere una dura battaglia con il governatore uscente.

Si conoscono i nomi dei candidati al Consiglio regionale?

“Ancora no. Saranno gli organi dirigenti del partito a decidere”.

Circola con forza il nome di sua moglie, Ada Fiore.

“E' stata tutta una montatura giornalistica. Mia moglie si sta ricandidando al comune di Corigliano, come sindaco, carica incompatibile con quella di consigliere regionale”.
 

lunedì 28
SETTEMBRE 2020
ORE 10.34
Agenda Appuntamenti SET 2020
Vedi Altri »
Interventi SET 2020
sabato 26 gennaio 2013
Sintesi del lavoro svolto in Parlamento e sul territorio dall'On. Lorenzo Ria durante la XVI Legislatura
mercoledì 28 novembre 2012
ENORMI BENEFICI DAL TRAMONTO DEI CAMPANILI
giovedì 13 settembre 2012
Domande poste al Ministro della Giustizia Prof. Avv. Paola Severino Di Benedetto
Vedi Altri »