Sito Ufficiale
Home Page   |    Contatti
Photogallery
Video Gallery
Nessun video presente
Vuoi essere sempre aggiornato su news, eventi ed iniziative? Aderisci alla Newsletter.
Iscriviti ora

La Mia Attivita' » Dettaglio

21/06/2011

Ordine del giorno dell'On. Lorenzo Ria approvato dall'Aula - Contratto di apprendistato

La Camera,
premesso che:

tra i dati più preoccupanti che emergono dalle statistiche sull'occupazione in Italia figurano quelli relativi alla situazione dei giovani;

sono troppo numerose le persone che si trovano ad affrontare con un basso titolo di studio le trasformazioni di un mercato del lavoro chiamato ad essere sempre più competitivo ed esposto a turbolenze dalle dimensioni oramai globali;

la strada maestra, in linea con gli obiettivi della Strategia Europea 2020, è quella di un massiccio investimento per adeguare a standard di qualità più elevati il sistema di istruzione e formazione, in particolare rilanciando e sostenendo la formazione professionale;

il decreto legislativo 276/2003 prevede tre tipologie di apprendistato, quello per l'assolvimento dell'obbligo formativo dei minori, l'apprendistato di alta formazione e quello cosiddetto «professionalizzante», tutti strumenti volti al conseguimento di una qualificazione contrattuale accompagnata da formazione sul campo;

il rilancio del contratto di apprendistato è centrale per il rafforzamento del rapporto tra mercato del lavoro e sistema dell'istruzione e della formazione e un maggiore e più corretto uso di tale tipologia contrattuale appare fondamentale per garantire a centinaia di migliaia di giovani un percorso di formazione e stabilizzazione professionale e per promuovere il miglioramento della produttività e della qualità del lavoro nel nostro Paese;

ad oggi, la contribuzione dovuta dai datori di lavoro per gli apprendisti artigiani e non artigiani è stabilita dalla Finanziaria 2007 nella misura del 10 per cento della retribuzione imponibile ai fini previdenziali; per i datori di lavoro che occupano alle dipendenze un numero di addetti pari o inferiore a nove la predetta complessiva aliquota del 10 per cento a carico dei medesimi datori di lavoro è ridotta in ragione dell'anno di vigenza del contratto e limitatamente ai soli contratti di apprendistato di 8,5 punti percentuali per i periodi contributivi maturati nel primo anno di contratto e di 7 punti percentuali per i periodi contributivi maturati nel secondo anno di contratto;

appare estremamente utile una misura di incentivazione relativa al contratto di apprendistato, valida per tutto il territorio nazionale,

impegna il Governo

a valutare la possibilità di introdurre un credito d'imposta ovvero misure di riduzione della contribuzione previdenziale dovuta dai datori di lavoro per gli apprendisti, al fine di valorizzare un importante strumento di raccordo tra i giovani lavoratori e le imprese, contribuendo, in tal modo, al miglioramento complessivo del nostro mercato del lavoro.

9/4357-A/103. Ria, Poli.

venerdì 23
AGOSTO 2019
ORE 15.45
Agenda Appuntamenti AGO 2019
Vedi Altri »
Interventi AGO 2019
sabato 26 gennaio 2013
Sintesi del lavoro svolto in Parlamento e sul territorio dall'On. Lorenzo Ria durante la XVI Legislatura
mercoledì 28 novembre 2012
ENORMI BENEFICI DAL TRAMONTO DEI CAMPANILI
giovedì 13 settembre 2012
Domande poste al Ministro della Giustizia Prof. Avv. Paola Severino Di Benedetto
Vedi Altri »