Sito Ufficiale
Home Page   |    Contatti
Photogallery
Video Gallery
Nessun video presente
Vuoi essere sempre aggiornato su news, eventi ed iniziative? Aderisci alla Newsletter.
Iscriviti ora

La Mia Attivita' » Dettaglio

17/01/2011

Interrogazione a risposta immediata in Commissione

Interrogazione a risposta immediata in Commissione 
presentata da
Lorenzo RIA – Roberto RAO
martedì 17 gennaio 2011

RIA - RAO. -
Al Ministro della Giustizia
- Per sapere - premesso che:

l’attuale assetto della categoria dei magistrati onorari non corrisponde più al modello teorico, in quanto il servizio reso dalle toghe suddette corrisponde invece a una prestazione di lavoro subordinato: questo anche l’orientamento della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione;

la magistratura onoraria non ha un ruolo complementare e occasionale, ma anzi svolge una funzione assolutamente fondamentale nel rispondere ad una domanda di giustizia che sempre più massicciamente viene dai cittadini;

ad oggi, l'articolo 7 della legge 21 novembre 1991, n. 374, in materia di durata dell'ufficio del giudice di pace, prevede che il magistrato onorario che esercita le funzioni di giudice di pace dura in carica quattro anni e, al termine, può essere confermato una sola volta per uguale periodo, subordinatamente ad un giudizio di idoneità a svolgere le funzioni per il successivo quadriennio, espresso dal consiglio giudiziario, integrato ai sensi del comma 2 dell'articolo 4, nonche' da un rappresentante dei giudici di pace del distretto;

già dal 2011 circa 800 giudici di pace dovranno lasciare l'incarico, poiché sono in scadenza i mandati dei magistrati prorogati e di quelli immessi nelle funzioni nel 1999, con l'impossibilità di essere sostituiti, atteso che le procedure concorsuali sono bloccate e con consequenziale rischio di paralisi della giustizia;

sarebbe opportuno assicurare a questi magistrati eque e dignitose retribuzioni, prestazioni di sicurezza sociale che assicurino protezione in caso di maternità, malattia, vecchiaia, nonché ferie retribuite;

vi sono degli autorevoli precedenti in materia di stabilizzazione :per i magistrati tributari e per i magistrati onorari del tribunale per i minorenni, infatti, il rapporto a tempo determinato è stato di recente trasformato in rapporto a tempo indeterminato e neppure i conciliatori, precursori dell’ordinamento dei giudici di pace, avevano limiti di durata temporale degli incarichi;

con ordine del giorno (A. C. 3778-A) del 20 novembre 2010 la Camera aveva impegnato il Governo ad avviare in modo concreto una riforma organica che assicuri la stabilizzazione della categoria in questione, in linea con le direttive comunitarie in materia di trattamenti riservati ai giudici onorari, con la Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea e la Carta di Strasburgo: -

*****
conseguentemente a quanto esposto in premessa, quali iniziative intenda prendere per dare seguito all’impegno assunto con il suddetto ordine del giorno;

se non ritenga di poter intervenire a modifica del suddetto art. 7 della legge 21 novembre 1991, n. 374, anche in sede di approvazione del decreto-legge n. 225 del 2010, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative, ora in discussione al Senato, al fine di garantire da subito la rinnovabilità degli incarichi dei giudici di pace, posto che questo intervento normativo eviterebbe la dispersione di professionalità formatesi in decenni di esercizio della giurisdizione e non comporterebbe costi aggiuntivi a carico dello Stato per l’espletamento delle procedure di concorso e per la lunga e necessaria formazione dei nuovi assunti.

venerdì 23
AGOSTO 2019
ORE 15.04
Agenda Appuntamenti AGO 2019
Vedi Altri »
Interventi AGO 2019
sabato 26 gennaio 2013
Sintesi del lavoro svolto in Parlamento e sul territorio dall'On. Lorenzo Ria durante la XVI Legislatura
mercoledì 28 novembre 2012
ENORMI BENEFICI DAL TRAMONTO DEI CAMPANILI
giovedì 13 settembre 2012
Domande poste al Ministro della Giustizia Prof. Avv. Paola Severino Di Benedetto
Vedi Altri »